Tutto ” FATTO IN CASA ” anche la MOZZARELLA


Si è proprio così… è possibile fare in casa anche la Mozzarella, è la soluzione ” migliore” per avere a portata di mano, una freschissima mozzarella.

La mozzarella è un formaggio antico molto antico, Apicio ne parlava nel suo “

” Re Coquinaria” e naturalmente più è fresca e meglio è.

Farsela da soli?  è meno difficile di quello che sembri, seguite le mie istruzioni e provate, immagino che… come è successo a me la prima volta la mozzarella avrà una forma strana ma il sapore sarà eccellente!

 

MOZZARE HOMADE

  mozzarella

MOZZARELLA HOMEMADE

In 10 mosse :

 

  1. Scaldate 8 litri di latte fresco intero non omogenizzato ad una temperatura di circa 37°, aggiungete 150 g di yogurt naturale intero ed 1 cucchiaino di caglio (si trova in farmacia, poi mescolate bene e spegnete.
  2. Coprite la pentola e tenetela in caldo per circa 1 ora. Durante questo periodo il latte si rapprenderà in una sorta di budino, la cagliata appunto.
  3. Trascorso il tempo necessario, rimestate la cagliata con un forchettone in modo da romperla in tanti pezzetti grossi come una nocciola. Rimettete il coperchio e lasciate maturare la cagliata per altre 4 ore circa.
  4. Adesso dividete la cagliata in 2 panetti con un coltello e metteteli a spurgare per almeno 20 minuti su un colapasta con un peso sopra (una pentola colma di acqua va benissimo). Il risultato finale e già un formaggio fresco, bianchissimo e sodo, non ha un gran sapore ma si potrebbe consumare così.
  5. A questo punto tagliate la cagliata a fettine, poi a cubetti piccoli di circa 1 cm e metteteli in una ciotola capiente. Nel frattempo scaldate in una pentola dell’acqua fino a 85°. Versate abbastanza acqua nella ciotola fino a coprire a filo i cubetti di cagliata e iniziate a rimestare lentamente con un cucchiaio di legno per alcuni istanti. Lo scopo è di riscaldare lentamente i cubetti e farli fondere in un unico panetto.
  6. Sollevare la cagliata con il cucchiaio di legno e lasciatela filare giù nuovamente nell’acqua. Ripetere l’operazione altre 3-4 volte o fino a quando la cagliata non sarà diventata una pasta liscia ed uniforme. Quando la temperatura lo permetterà, afferrare la cagliata con le mani e iniziate a lavorarla in modo da formare una palla.
  7. Procedete rincalzando sempre l’impasto alla base con le dita fino a che la mozzarella non diventi lucida e brillante. A piacere potete lasciarla intera, dividerla, o mozzarla in bocconcini. Per farlo non occorre tirare l’impasto rischierete di avere un lungo nastro (ideale per fare la treccia di mozzarella), ma dovete mozzarlo con il pollice e l’indice della mano sinistra mentre con la destra fate ruotare lentamente la palla di mozzarella come se doveste chiudere un rubinetto.
  8. Sia che la vostra scelta sia caduta in una forma grossa e tonda che…( secondo me è la migliore), oppure bocconcini è giunto il momento di adagiare la mozzarella in un’altra ciotola, questa volta colma di acqua e ghiaccio e lasciarla riposare per 10 minuti. Adesso e pronta. Ne avrete per 900 g.
  9. Ancora un’ultimo consiglio …Prima di consumarla lasciarla a mollo per 10 minuti in un bagno di acqua e sale (calcolate circa 120 g di sale grosso per litro di acqua.Tolta dalla salamoia lasciatela riposare almeno 30 minuti prima di servirla.
  10. Sarà più gustosa , da tenere presente che una volta salata va mangiata subito!. Per conservarla? semplice…non si conserva in frigorifero , ma in un contenitore ben isolato, polistirolo va benissimo, sempre tenuta immersa nel liquido di governo. Dura anche 10 giorni, non sarà più freschissima…ma si può utilizzare in molte preparazioni.

Ricetta ” Vegetariana”

Gnocchetti ripieni alla” Mozzarella Fresca”
con asparagi di bosco,
pomodorini semisecchi, pinoli e uvetta.

 

2014-04-25 12.21.44mozzarella3GNOCCHI RIPIENI DI MOZZARELLA

 

ingredienti

dosi per 4 persone

500 g di patate (quelle con buccia rossa)
160 g di farina integrale
1 uovo
noce moscata
1 pizzico di sale

 

Ripieno:

mozzarella fresca morbida (tipo burrata)
Condimento
1 mazzetto di asparagi di bosco
parmigiano grattugiato
250 g di pomodorini semisecchi
basilico
2 spicchi di aglio
pinoli e uvetta

***

  • Lessate le patate nella vaporiera con la buccia lasciatele intiepidire e sbucciatele.
  • Schiacciarle con il passapatate, quindi lavoratele con la farina integrale, l’uovo il sale e la noce moscata.
  • Con l’impasto preparato, create dei dischi di diametro 4 cm circa, e 1 cm di spessore, al centro dei quali metterete un pò di mozzarella morbida con l’aiuto di un cucchiaino da caffè.
  • Chiudete gli gnocchi lavorandoli con le mani come se fossero delle polpette ma per poco tempo.
  • Cuocete gli gnocchi in acqua salata bollente per 1 minuto.
  • Quando saranno a galla con un mestolo forato trasferiteli nella padella dove avete prima preparato il condimento.
  • Per il condimento preparare una padella con 3 cucchiai di olio di oliva, spezzettare l’aglio e il basilico aggiungere 60 g di brodo vegetale , mettere a cucinare gli asparagi quando si saranno ammorbiditi aggiungere i pomodorini semisecchi (fatti in casa), i pinoli e l’uvetta.
  • Fare cucinare gnocchi e condimento ancora per qualche minuto, aggiungere il parmigiano e servire, con una spruzzata di pepe e pinoli e qualche fogliolina di basilico.

2014-05-15 20.34.35gnocchi alla mozzarella 

” Vegetarian” Recipe 

 

Dumplings stuffed with “Fresh Mozzarella”
with wild asparagus,
Semi-dry tomatoes, pine nuts and raisins
 
 
ingredients
serves 4 people

500 g potatoes (the ones with red skin)
160 g of wheat flour
1 egg
nutmeg
1 pinch of salt

stuffing:

soft fresh mozzarella (burrata type)
seasoning
1 bunch of green asparagus
grated Parmesan cheese
250 g of semi-dry pomodorini
basil

2 cloves of garlic

pine nuts and raisins

***

  • Boil the potatoes in their skins in the steamer and let them intiepide peel.
  • Mash with masher, then knead with whole wheat flour, egg, salt and nutmeg.
  • With the prepared mixture, created discs diameter about 4 cm, and 1 cm thick, the center of which put a bit of mozzarella soft with the help of a teaspoon.
  • Close your dumplings working them with his hands as if they were meatballs but for a short time.
  • Cook the gnocchi in boiling salted water for 1 minute.
  • When they are afloat with a slotted spoon transfer them to the pan where you have first prepared the sauce.
  • To prepare the sauce pan with 3 tablespoons of olive oil, chop the garlic
  • basil and add 60 g of vegetable broth, bring to cook asparagus when you add the tomatoes are softened semi-dry (homemade), pine nuts and raisins.
  • Making gnocchi and sauce cook for a few minutes, add the Parmesan cheese and serve with a sprinkling of pepper and a few leaves of basil and pine nuts. 

2014-06-09 20.48.03

La prima cena all’aperto dell’estate 2016 …oggi 9 Giugno

2016-06-21-19-50-30

e tu sei felice…e sorridi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La poesia porta lontano - Poetry goes far away

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori ♥ Undicesimo anno ♥

Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

Chiara Monique

Official Blog

LoShame

Fashion Blogger

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

lettererumorose

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni. (Ugo Ojetti)

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

dani58blog

semplicemente. . . . . emozioni

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Matrimonio Cristiano

via di santità e felicità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: