Un’Albero Goloso…


rustico natale32014-11-27 15.42.45

S’accendono e brillano  gli alberi di Natale.

S’accendono e radunano grandi e bambini intorno

I rami si trasformano con bacche rosse e fili d’or,

risplendono e sfavillano 

gli alberi di Natale”

ricetta

l’Albero goloso

2014-11-27 13.30.17dec natale2014-11-27 15.42.452014-11-27 13.31.282014-11-27 15.45.29

Ingredienti per la” pasta lievitata”

 300 g di farina

4 cucchiai di fruttosio 

1/2 cucchiaino di sale

50 g di burro morbido

1 dl di latte tiepido

20 g di lievito fresco

1 uovo

100 g di confettura di rosa canina

100 g mandorle spellate e macinate

50 g di burro morbido

25 g di zucchero

2 cucchiaini di cannella

farina per spianare la pasta

Ingredienti per la Decorazione

100 g di zucchero a velo

15 g di albume

2 cucchiai di pistacchi tritati

80 g di marzapane bianco

decorazioni di zucchero con perline argento

ciliegie candite.

Preparazione:

  1. In una ciotola mescolate la farina con lo zucchero e il sale e formate al centro un incavo. 
  2. Fate sciogliere il lievito nel latte e versatelo nell’incavo con il burro e l’uovo, impastate fino ad ottenere una massa liscia e omogenea
  3. Copritela e fatela lievitare finchè raddoppia per circa 1 ora.
  4. Mescolate la confettura di rosa canina con le mandorle, il burro, lo zucchero e la cannella.
  5. Spolverizzate un piano di legno con la farina, spianate la pasta in una sfoglia rettangolare di 30×40 cm, spalmate il ripieno sulla sfoglia lasciando un bordo di 1 cm su uno dei lati piu’ lunghi. Arrotolate la pasta e tagliatela a fette, secondo l’altezza che preferite 11 fette se alto, 18 fette se lo preferite basso.
  6. Accomodate le girelle su di una teglia da forno foderata con carta da forno in modo da formare 1 abete, la parte finale della girella deve rimanere all’interno dell’ abete.
  7. Infornate la teglia al centro del forno a 180°, e cuocete l’abete per circa 30-35 minuti
  8. Sfornate e lasciate raffreddare. 

2014-11-27 09.48.002014-11-27 09.55.32 2014-11-27 10.13.552014-11-27 10.25.142014-11-27 13.07.432014-11-27 13.12.36       2014-11-27 13.30.172014-11-27 13.31.28

come fare la decorazione:

  1. Mescolate a spuma lo zucchero a velo con l’albume con lo sbattitore elettrico.
  2. Trasferite la massa in una tasca da pasticcere con beccuccio a stella( ca 5 mm)
  3. Spruzzate la glassa sul bordo dell’abete e cospargete con pistacchi.
  4. Con il marzapane formate delle palline da colorare con prodotti naturali, oppure( come ho fatto io) usate frutta candita, ciliegie, ribes, incollatele all’abete usando un poca di glassa.
  5. Spolverizzate l’albero se volete con lo zucchero a velo.

2014-11-27 14.58.402014-11-27 15.07.432014-11-27 15.11.242014-11-27 15.50.152014-11-27 15.42.45

Questa ricetta fa parte delle prelibatezze che io preparo la mattina di Natale, nel” Brunch “,  la pasta lievitata non molto zuccherata e ideale da abbinare a latte, espresso e cappuccino.

Riconoscimento Sito di qualità

yom kippur 2016...super romantico

mi hai detto: “il più bello di sempre”

Buon Anno  <3<3<3

2016-09-28 19.37.33.jpg2016-10-11-17-45-47

Annunci

4 responses to this post.

  1. fantastico!!!!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Brainisntafterthought

HER YENİ GÜN YENİ BİR SEN OL

WilliWash

A Magazine That Delves Into All Things LIFE.

La poesia porta lontano - Poetry goes far away

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori ♥ Undicesimo anno ♥

Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

Chiara Monique

Official Blog

loshame.wordpress.com/

Fashion Blogger

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

lettererumorose

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni. (Ugo Ojetti)

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: