Pasqua in Toscana…tradizioni e ricette post 1


Con questa ricetta della tradizione Toscana partecipo alla raccolta delle Ricette Pasquali Italiane!

tortedinuvole.wordpress.com/pasqua-in-italia

cartina

 

Si prepara in tutte le stagioni, dato che il cavolo nero in Toscana non manca mai. D’estate si usano i fagioli freschi, i borlotti, insieme alla cipolla fresca, il timo e la nepitella e il basilico come odori, parte delle erbette sono raccolte fresche nei campi nel periodo di Pasqua quando le prime erbe germogliano; d’inverno va bene ogni qualità di fagioli, i miei preferiti sono i cannellini comuni in tutta la Toscana, i migliori in assoluto gli zolfini che vengono coltivati in Arezzo e dintorni.

” Zuppa frantoiana”

con erbette di campo e ” braschetta”

(il nome” antico” del Cavolo Nero in Toscana)

2015-01-29 20.30.37

Questi sono gli ingredienti per 4-5 persone:

200 g circa fagiolini cannellini o borlotti 

odori: cipolla 2 carote, 2 coste tenere di sedano, aglio

1 mazzo di erbe di campo

(borragine, radicchio di campo, ombrellino pugliese)

1 mazzetto di cavolo nero detto ” braschetta”

1/2 di cavolo verza

1 mazzo di bietolina fresca

200 g di patate tagliate a piccoli pezzi

finocchio selvatico (facoltativo)

timo o pepolino e nepitella

2 pomodori maturi

8 fette di pane Toscano raffermo casalingo.

2015-01-28 17.07.072014-04-25 12.21.442015-01-29 19.35.542015-01-29 19.30.26

come fare:

  • In un tegame di coccio mettiamo un bel battuto di cipolla, un paio di carote, un gambo di sedano, qualche foglia di basilico, timo e nepitella, un pizzico di pepe e sale, lasciare ad imbiondire in mezzo bicchiere d’olio extra vergine di oliva biologico spremuto a freddo…insomma” bono”.
  • Quando le erbe incominceranno ad appassire ed il loro profumo comincerà a farsi sentire, vi uniamo 200 g di patate, che avremo sbucciate e fatte a pezzi.
  • Quando queste incominciano a rosolare le accompagnamo con una mezza scodella di fagioli già bolliti ( la sera prima sono da mettere in acqua fredda salata circa 2 litri e lasciati lì per una notte) passatene poi 3/4 e rimettete la purea ottenuta nel brodo di cottura.
  • Aggiungete 6 foglie di cavolo nero( detto” braschetta”) 200 g di cavolo verza, 2 pomodori maturi fatti prima saltare in olio e spicchio di aglio, salate poco e pepate, le bietole, le erbette di campo (borragine, radicchio selvatico, ombrellino pugliese)  unire poi 2 rametti spezzettati di finocchio selvatico fresco, ( a primavera c’è ne è tantissimo nei campi incolti) naturalmente se gradito.
  • La quantità del cavolo nero, varia da cuoca a cuoca:  se ne contano generalmente 2 foglie a piatto…quello che conta e che sia ben lavato e ben tritato…e quindi cotto il giusto.
  • Il pepe non va macinato , ma pestato nel mortaio.
  • Aggiungiamo una giusta quantità di brodo vegetale oppure acqua tiepida, circa 1 litro e mezzo e facciamo bollire a fuoco basso per circa 1 ora.

2014-11-04 11.16.292015-01-28 17.10.092014-11-01 14.17.322015-01-29 20.32.37

  • Prima di servire la zuppa, intingere in olio “bono” 3 fettine di pane toscano raffermo-abbrustolito,  e posizionare come primo nel piatto, dopodiché mettiamo sopra la zuppa  e per finire una spolverata abbondante di pecorino stagionato, 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva, una spruzzata di pepe.
  • Nella ricetta di oggi ho usato pane scuro di segale con semi di girasole e sesamo.

2014-11-04 11.18.242014-11-03 18.13.152015-01-29 20.32.572015-01-29 19.35.542015-01-29 19.30.45     

 /tortedinuvole.wordpress.com/pasqua-in-italia/

Annunci

8 responses to this post.

  1. Che stupendi ingredienti! Una vera zuppa di alta qualità: squisita e pure bella!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. ecco manuela, la pagina è stata aggiornata con la tua ricetta 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  3. Ciao Manuela! allora per mettere il banner devi copiare e incollare questo codice nel widget che hai usato per metterlo:

    Poi, questa ricetta di quale paese è? Arezzo? E perdonami, ma non ho capito il nesso con la pasqua visto che sembra essere un piatto quasi autunnale! Potresti spiegarmi se è una ricetta pasquale per tutta la toscana o è una ricetta che prepari tu solitamente per pasqua?

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • cara Annalisa, non è una ricetta solo invernale se tu leggi la motivazione si prepara ad inizio primavera… perché viene fatta con erbe spontanee di campo e solo a Pasqua questo è possibile , è ottima anche in Estate fredda, la città e sia Arezzo che Siena e in tantissimi la preparano la Vigilia di Pasqua…niente carne solo verdure e pane piatto povero
      il tuo widget appare nelle mie foto il codice che ho messo appare ma non appare nessuna foto magari riprovo
      ciao grazie
      a presto

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La poesia porta lontano - Poetry goes far away

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori ♥ Undicesimo anno ♥

Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

Chiara Monique

Official Blog

LoShame

Fashion Blogger

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

lettererumorose

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni. (Ugo Ojetti)

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

dani58blog

semplicemente. . . . . emozioni

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Matrimonio Cristiano

via di santità e felicità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: