Contest…Un baby pranzo


Primavera Sottovetro”

“Quindim” un dolcetto che mette allegria


2015-05-02 18.20.322015-05-02 17.51.46
imagessmarties colorati2015-05-02 17.48.01

Questo mio dolce l’ho chiamato Quindim ricorda molto nella forma il famoso Quindim Brasiliano, ma nella sostanza la ricetta cambia è più Soft e piace molto anche ai bambini, ho infatti deciso di proporla per il contest di:  https://unviaggioincucina.wordpress.com/ un Baby Pranzo.

E’ sicuramente indicata per i compleanni dei piccoli… ma piace molto anche ai grandi, allegra. colorata, sana,  si può preparare anche 1 giorno prima e poi mettere in frigo.

2015-05-02 14.39.42

Ingredienti principali?

COCCO: Il frutto del cocco contiene 50% di acqua, il 2,6 % di proteine, il 20% di zuccheri, 27,4% di grassi. In pratica è un alimento completo che può mantenere in vita una persona per anni e anni. è un alimento eccezionale il latte è un ottimo dissetante, l’acqua di cocco dal sapore paradisiaco e completamente sterile, ricca di vitamine e minerali.

 RISOIl riso ha rappresentato per gli orientali, molto più del grano da noi, spesso unica coltura sfamava poveri e ricchi. Ci si faceva di tutto: zuppe, biscotti, olio, liquore e, come descritto nel “Milione”, anche ottimo vino. 

Nel Catai fanno una posgione di riso e con altre buone spezie,

e concianta in tale maniera ch’egli è meglio da bere

che null’altro vino.

Marco Polo

Mangiarlo integrale è meglio, e non buttiamo via l’acqua del riso, ha un grande potere antinfiammatorio, io la uso nel brodo di verdure e ottima da bere la sera prima di andare a letto. Ha un potere antiflogistico simile all’acqua di malva.

2015-05-02 18.34.272015-05-02 14.39.092015-05-02 19.04.312015-05-02 19.09.08

 Ricetta

“Quindim”

al cocco riso e latte

dosi per 6  formine

2015-05-02 18.25.392015-05-02 14.29.302015-05-02 14.27.41

80 g di riso integrale

2oo ml di latte

80 g di cocco grattugiato disidratato

6 tuorli

2 uova intere

100 g di fruttosio

qualche goccia di succo di limone

40 g di burro

1 confezione di smarties

zucchero e burro per gli stampini

1/2 stecca di cannella

semi di 1 baccello di vaniglia

come fare

  1. Cuocere il riso nel latte assieme ai semi di vaniglia e al 1/2 bastoncino di cannella, il riso deve rimanere morbido ma non troppo cotto.
  2. Sgusciate le 2 uova, separando i tuorli dagli albumi, riunite tutti i tuorli in una ciotola con lo zucchero.
  3. Aggiungete il succo di limone e continuate a mescolare, fino ad ottenere un composto chiaro.
  4. Incorporate anche gli albumi, dopo averli montati a spuma ferma, aggiungeteli delicatamente a mano con una spatola con un movimento dal basso verso l’alto.
  5. Infine incorporate il burro sciolto a bagnomaria, il cocco sminuzzato, e il riso scolato, amalgamando molto bene gli ingredienti.
  6. Lasciate riposare il composto al fresco per 20-30 minuti. 

2015-04-30 12.59.212015-05-01 21.03.482015-05-01 21.05.12smrties colorati22015-05-01 21.15.22

  1.  Imburrate e passate lo zucchero in uno stampo con 6 formine, lo zucchero deve aderire completamente in tutta la parete delle formine.
  2. Prima di versarlo nelle formine mescolate il composto.
  3. Sul fondo delle formine collocate a raggiera gli smarties colorati (ho messo i mini-smarties, fanno più colore).
  4. Scaldare il forno a 160-170°.
  5. In una pirofila di vetro da forno a bordi alti mettete 2 dita di acqua bollente.
  6. Sistemate lo stampo nella pirofila in moodo che l”acqua arrivi a 2/3 della loro altezza.
  7. Infornate e cuocete per circa 35-40 minuti finché, infilando uno stecchino al centro dei dolci, risulterà asciutto una volta estratto.
  8. Lasciate raffreddare i quindim, sformateli e serviteli, si possono guarniire con fettine di lime e cocco grattugiato.
  9. Io ho preferito per l’occasione  decorarli con biscotti al cocco (la ricetta dei biscotti la potete trovare nel mio post di Pasqua)

2015-05-01 21.11.022015-05-01 21.15.382015-05-01 21.18.272015-05-01 21.36.01

2015-05-02 14.25.092015-05-02 14.30.25

E poi finita la festa le margherite non si buttano sono buonissime insieme ad altri fiori primaverili per una ottima insalatina di campo e non solo..

Con questa ricetta partecipo al contest “Un baby pranzo” 

del blog “Un viaggio in cucina”.

contestunviaggioincucinahttps://unviaggioincucina.wordpress.com/

Annunci

23 responses to this post.

  1. Ottima ricetta, brava Manuela!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. Ciao! Complimenti 🙂 hai vinto il contest Un baby pranzo…
    Mandami il tuo indirizzo così posso spedirti il premio… unviaggioincucina@gmail.com

    Se mi mandi anche una foto della ricetta la metto nel post delle ricette vincitrici!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • WOW!!! CHE SORPRESAAAA. Grazie 1000, sono contentISSIMA, ti spedirò più tardi la @ e la foto, inoltre domani pubblicherò un post. Buona Serata e grazie ancora Manuela

      Mi piace

      Rispondi

  3. […] Primavera Sottovetro “Quindim” un dolcetto che mette allegria del blog “Nonsolononna” […]

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. […] Primavera Sottovetro “Quindim” un dolcetto che mette allegria del blog “Nonsolononna” […]

    Mi piace

    Rispondi

  5. Posted by lastufaeconomica on 16/05/2015 at 20:37

    ciao, visto che le tue ricette sono belle e colorate ti invito a partecipare al mio contest:
    https://lastufaeconomica.wordpress.com/2015/03/21/ecco-il-quarto-contest/ – tratta di insalate fresche, ma finirà il 20/5, ti aspetto, ciao

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  6. tra ricette e….delizie varie mi sono permessa di nominarti in un premio per conoscere altre sfumature di te
    un abbraccio

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  7. […] Primavera Sottovetro “Quindim” un dolcetto che mette allegria del blog “Nonsolononna” […]

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  8. […] Primavera Sottovetro “Quindim” un dolcetto che mette allegria del blog “Nonsolononna” […]

    Mi piace

    Rispondi

    • Caro Gio, intanto mi gusto il premio, in questa meravigliosa giornata di sole, davanti ad una tazzina di espresso fumante…sono sorpresa e contentissima che tu mi abbia nominata “per il gusto del cibo” detto da te grande intenditore è un vero onore, prestissimo farò le mie nomination e ti auguro una splendida giornata. GRAZIE 1000 Manuela

      Mi piace

      Rispondi

  9. Posted by Lory on 08/05/2015 at 14:21

    Che belli e decisamente buoni,bravissima!!!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  10. Sono molto leggeri provali, cocco e riso insieme sono unici nei dolcetti, qui sono spariti in un attimo solo il tempo per qualche foto…

    Mi piace

    Rispondi

  11. Bellissimi dolcetti… mettono allegria solo a guardarli!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La poesia porta lontano - Poetry goes far away

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori ♥ Undicesimo anno ♥

Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

Chiara Monique

Official Blog

LoShame

Fashion Blogger

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

lettererumorose

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni. (Ugo Ojetti)

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

dani58blog

semplicemente. . . . . emozioni

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Matrimonio Cristiano

via di santità e felicità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: