NESPOLE: che frutti!…storia e ricette


Vi presento le Nespole:

Vengono da una pianta che fiorisce in Campania e in Sicilia molto prima che cominci la primavera, hanno un buon sapore di vaniglia e una polpa ricca di zuccheri, io le ho raccolte già da qualche settimana…ma nel resto d’Italia rimane quasi un frutto misterioso. Un vecchio proverbio recita:

” col tempo e con la paglia maturano le nespole”, vale a dire aspetta e pazienta che raggiungerai il tuo scopo. La saggezza popolare si serve spesso  di immagini tratte dalla natura per spiegare come va il mondo. Nelle moderne generazioni non rappresentano purtroppo un alimento abituale, ma questo frutto ha una precisa collocazione anche nei linguaggi popolari viene spesso usata la parola “Nespole” per esprimere grande meraviglia e vale anche quale sinonimo di colpo dato rapido e secco. Ho trovato un illustre riferimento letterario: il poeta fiorentino del 400 Luigi Pulci scrive infatti:

” Morgante non lo stima una farfalla e appiccogli una nespola acerba”

tanto che tutto pe’l colpo traballa.

2015-04-29 15.24.292015-05-09 15.59.442015-05-09 16.00.372014-08-02 20.23.43

La mia ricetta antica

” Elisir di Nespole”

2015-05-09 18.22.302015-05-09 16.29.33

Ingredienti

12 nespole fresche

12 noccioli di nespola pestati

400 g di fruttosio

1 l di alcool a 90°

1 vaso di vetro a chiusura ermetica

bottiglie da liquore


2015-05-09 16.00.212015-05-09 15.59.442015-04-29 15.24.142015-05-09 15.52.35

come fare:

  1. Lavate e asciugate le nespole e mettetele nel vaso insieme ai noccioli pestati, devono essere ridotti quasi in poltiglia.
  2. Chiudete ermeticamente e lasciate macerare per 2 giorni
  3. Quindi fate bollire 4 bicchieri di acqua con lo zucchero, mescolate bene e lasciate raffreddare
  4. Versate lo sciroppo nel vaso con le nespole, richiudete e agitate energicamente, e lasciate riposare per altri 2 giorni.
  5. Foderate poi un colino con un canovaccio a rete larga, versate il composto e raccogliete il liquido in un recipiente, schiacciando bene i frutti nel colino.
  6. Rimettete il liquore nel recipiente ermetico e lasciate depositare per 24 ore.
  7. A questo punto filtrate nuovamente, imbottigliate, tappate e consumate dopo 2 mesi.

2015-05-09 16.19.312015-05-09 16.22.452015-05-09 16.27.162015-05-09 16.30.192014-04-10 19.58.452015-05-09 16.54.38

Le nespole sono una parte integrante delle nostre tradizioni più sentite.

In Campania e in Sicilia in particolare sono al centro di proverbi e leggende, hanno un posto d’onore anche nella grande letteratura, uno dei maggiori scrittori italiani nato a Catania nel 1840 e morto nella stessa città nel 1922 dipana il celebre romanzoi malavoglia” intorno ad una dimora chiamata appunto:

“Casa del Nespolo”

” Anche la casa del nespolo sembrava avesse un’aria di festa;

il cortile era spazzato, gli arnesi in bell’ordine lungo il muricciuolo e appesi ai piuoli.

L’orto tutto verde di cavoli e di lattughe, e la camera aperta e piena di sole che 

sembrava contenta anch’essa”

2015-05-09 15.58.402015-05-13 20.00.432014-08-02 20.23.432015-05-13 20.04.00

La mia ricetta moderna

Sfogliata  di Nespole e Acai Frangipane

2015-05-13 21.07.072015-05-13 20.24.08

ingredienti

2 cerchi di pasta a sfoglia 24 cm

Per la farcitura

700 -800 g di nespole

2.5 dl di latte

3 uova

4 cucchiai di fruttosio

3 cucchiai di zucchero a velo

100 g di mandorle intere(non pelate)

50 g di farina

1 spicchio di limone

3 cucchiai di elisir di nespole

30 g di burro

2015-05-13 20.25.322014-07-14 20.54.362015-05-13 20.23.462015-04-21 12.24.45

come fare:

  1. preparate la farcitura, sbattete un uovo intero e 2 tuorli, tenete da parte gli albumi.
  2. Con il fruttosio incorporate la farina e le mandorle frullate, versate il latte caldo a filo e fate addensare su fiamma bassa, mescolando senza far bollire.
  3. Ritirate la crema dal fuoco e incorporate il burro e l’elisir di nespole
  4. Versatela nella base di pasta sfoglia precedentemente bucherellata e disponete sopra le nespole precedentemente divise a metà e caramellate con zucchero e elisir di nespole e limone.
  5. Spolverate poi abbondantemente il composto di nespole con la polvere di bacche Acai
  6. Mettete sopra un’altro strato di pastasfoglia e mettete inforno preriscaldato a 180° e cuocete per 20 minuti.
  1. 2015-05-13 20.24.082014-07-14 20.45.50aci5

L’acai e una specie di mirtillo brasiliano, una minuscola bacca proveniente dalla foresta amazzonica detta

“frutto della vita” dai salutisti, si può mangiare frullato con l’aggiunta di una banana e di una mela, sostituisce il pranzo, ha notevole apporto proteico uguale ad un uovo.

La nespola e la sua storia

chi sono:

Ho una sorella ma io sono la più famosa e assai più diffusa, il mio nome è Eriobotrya japonica meglio nota come nespola del Giappone, Paese nel quale mi conobbero i viaggiatori occidentali che mi importarono in Europa nel 1784. Qui in Italia sono giunta solo nel 1812, ma fui subito rispettata e amata. Sono stata subito ospitata nel prestigioso giardino” Real giardino delle piante” di Napoli: un orto botanico tutt’ora tra i più importanti della penisola, istituito nel 1807 da Giuseppe Bonaparte appositamente per raccogliere le piante più esotiche, comincia a diffondermi e trovai la mia terra prediletta in Sicilia, qui venni subito apprezzata per il mio elevato potere ornamentale. Le prime ad impazzire per me…per le mie fioriture sono state le api già in pieno inverno, e così tutti cominciarono  a gradire i miei maturi e polposi frutti a metà Marzo, così i miei pregi diventarono ben più importanti di quelli puramente decorativi.

a te che apprezzi e degusti le mie delizie…

2016-02-25 17.43.47

Ci vuole un minuto per notare una persona speciale, un’ora per apprezzarla, un giorno per volerle bene,

tutta una vita per dimenticarla.

(Charlie Chaplin)

Annunci

31 responses to this post.

  1. Posted by lastufaeconomica on 12/08/2015 at 20:11

    Queste sono le nespole che mi piacciono, qui in Emilia le trovo raramente, ci sono quelle del nespolo comune, quelle marroni che a me proprio non piacciono. Bello tutto quello che fai, mi sa che un giorno passerò a trovarti, non credo siamo molto lontane (che tu lo voglia chiaro), ciao

    Mi piace

    Rispondi

  2. Il proverbio, almeno dalle mie parti, non è completo… Da me si dice “col tempo e con la paglia matura la nespola e … la canaglia!” 😉

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  3. Manuela, ho la ricetta del liquore al l’amaretto della mia bisnonna, Fatto con i noccioli di nespole, la posterò magari copiandola fedelmente dal quaderno dove la scrisse lei Quasi 100 anni fa!!!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. che ricchezza infinita questa tua terra!!!!! e ci regali sempre delle foto da acquolina!!!! ciao cara!!!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  5. mmm che voglia di….nespole

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  6. Ciao Manuela, complimenti per le magnifiche nespole e per il post sempre molto interessante.
    Le nespole qui in Sicilia sono finite da un pezzo sono uno dei primi frutti estivi a comparire fra i banchi dei fruttivendoli, è un frutto che adoro e mi piace soprattutto gustarlo appena raccolto, mi hai fatto venire in mente che ogni tanto pure io preparo un liquore con i noccioli e somiglia come gusto all’amaretto.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • Ciaooo! Giovanna è vero ha un gusto amaretto-mandorla, qui nel mio giardino sia frutta che verdura sono sempre molto in ritardo, comunque le nespole e già da qualche settimana che le ho raccolte, e poi lasciate in frigo ho prima fatto la marmellata e per ultimo il liquore.
      Grazie per il tuo commento un Caro saluto ❤ Manuela

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  7. Cara Manuela, ma guarda cosa fai con le nespole. Conosci mille segreti. l’elisir di nespole mi sembra delizioso, anche se mi viene spontanea una domanda: ma i noccioli non sono velenosi? Anche la sfogliata di nespole ha un aspetto meraviglioso. peccato che sia negato in cucina, ma ho chi sa cucinare benissimo. Un caro saluto .

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • ma noooo! che non sono velenosi, non è un elisir da strega…è un’ottimo digestivo dal sapore di nocciola, svelami il nome della tua cuoca/o. Un caro saluto anzi… caloroso qui 40° e tutto intorno ha l’aspetto brullo della brughiera<3,rimane comunque immutato il fascino:D

      Liked by 1 persona

      Rispondi

      • Mia suocera, una dea. Anche qui abbiamo 40° e siamo in una fornace. Ho chiesto dei noccioli perchè alcuni frutti hanno dei noccioli che contengono semi pericolosi in quanto tossici, come quelli di ciliegia,i semi dell pesca dell’albicocca e via discorrendo. Però come giustamente dici quello delle nespole non è tossico.Sono ammirato dal tuo sito e dalla eleganza e bellezza deituoi scritti. Sei bravissimaaaa. Sono felice di averti sentita, ciao Manuela, un bacio

        Liked by 1 persona

      • EVVIVA la suocera grande cuoca che ti vizia, le loro ricette tradizionali sono fantastiche, hai ragione ci sono dei noccioli tossici, ma di solito stanno dentro ad un guscio duro, questi delle nespole sono entrambi morbidi e lisci…l’elisir è venuto ottimo, grazie per il tuo bellissimo commento, anche a me piace molto leggere le tue poesie<3, qui oggi temporale ma per adesso ho sentito solo il rumore:D. Buon Sabato…dove abiti? ancora non me lo hai detto.

        Mi piace

  8. Buone le nespole e bello il seme così liscio. E magnifica, come sempre, la tua presentazione!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  9. Ho avuto un nespolo per tanti anni. L’avevo fatto da seme, della varietà del tuo. E’ stato spezzato da una nevicata e successivamente tolto. Adesso ne sto facendo crescere altri 6 vedremo. Dovrebbero fruttificare dopo 10 anni. Però le nespole della paglia non sono queste, sono marroni e pelose e di solito passano dall’acerbo allo spappolato. Brigosissime anche solo per farci una marmellata! Io ho sempre pensato che anche quelle di Verga fossero le marroni!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • E vero le nespole della paglia sono quelle marroni, ne esistono 2 specie, appartengono tutte e due alla famiglia delle rosacee, quella marrone(ne ho un’albero di entrambi) è la Mespilus germanica, detta nespolo comune, molto diffusa anche allo stato selvatico, è l’ultimo frutto dell’estate quando matura significa che sta per arrivare l’inverno, sono d’accordo con te la marmellata è ottima e contiene molti principi salutari, e lunga a fare ma ne vale la pena. Buona Giornata un abbraccio<3

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  10. le ho anche io in Toscana ihihihihihi

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La poesia porta lontano - Poetry goes far away

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori ♥ Undicesimo anno ♥

Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

Chiara Monique

Official Blog

LoShame

Fashion Blogger

AMERICA ON COFFEE

Americans' daily coffee ritual.....

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

lettererumorose

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni. (Ugo Ojetti)

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

dani58blog

semplicemente. . . . . emozioni

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Matrimonio Cristiano

via di santità e felicità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: